Poli e ciò che rimane del tempo

A Poli ero già passato in una precedente era; un tempo ed un clima differenti. Tanto che vado a rivedere nel cassetto e sfodero una immagine del tempo che fu.
Un gelo radente allora, la primavera perfetta oggi.
Il borgo è nascosto alla vista fino all’ultimo istante e all’ultima curva, quando il campanile svettante fa capolino da dietro il profilo della collina e il paese ti appare come conficcato dentro alla valle. È l’ora del pranzo e la panchina al sole invita ad alcune riflessioni dietro ad un panino ed una birretta acquistati a prezzi commoventi.

Strano Poli. Nei secoli addietro luogo di scorribande dei peccaminosi “Fraticelli”; poi bonificato dall’esercito romano, spedito lì per l’occasione dal Papa. I peccati vennero ripuliti e nei vicoli sono rimaste le tracce di questa conversione: iconografia sacra ridondante, sui frontoni e sugli architravi, pareti affrescate con volti sacri, colori pastello e spicchi di bianco nero naturale. Mi ricorda rapidamente il modo di ostentare e mischiare sacro e profano tipico del Messico. L’occhio corre dietro a mille particolari, mentre precipitiamo nella valle, condotti dall’unica strada del paese, il corso principale, diritto come un righello in pendenza gradualmente crescente. Dai, è bello Poli; si fa scoprire scorcio dopo scorcio, vicolo dopo vicolo. Alcuni così stretti da impedire alla luce di entrare e al muschio di avanzare rigoglioso. Affacciandoti dentro ci scopri immagini intime della vita abitata, della famiglia di paese, delle televisioni accese e gracidanti, dell’odore del sugo nella pentola. Sono pieno di colore e di immagini, mentre planiamo a luce radente nella piana della Capitale.
Nella mia mente strani incroci e sovrapposizioni di due tempi differenti; e quel sapore dolce che rimane tra le sinapsi, ripensando ad un tutto che fu.

g

(Come sempre, per il tiro incrociato: mediaforme.net)

, ,
Articolo precedente
Ultime tracce a Nord Ovest
Articolo successivo
Overland

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.