Di pietra, ferro e tegole: #1 Roccacasale

Un viaggio cercato da tempo. Un’idea del mio amico Vincenzo. Una immersione fotografica tra le curve e le pieghe di Abruzzo e Molise, rimanendo sempre un po’ di confine, rovistando tra cultura popolare, pietre, sassi e tegole di paesi e castelli posti in posizioni surreali, quasi a sfidare la gravità.
E il viaggio ce lo siamo regalato questa estate, nei primi assolati e caldi giorni d’agosto. Una pianificazione perfetta, fatta in un pomeriggio a tavolino, tra temporale e vento di Roma.
Calata veloce e secca, lungo una deserta A24, sino a Sulmona. Ospiti di amici presso la decadente ma accogliente Villa Orsini. Una serata perfetta, tra arrosticini e vino, immersi nella quiete profumata della abetaia a mezza costa nei pressi di Introdacqua. Nel pomeriggio, sino alla luce dorata del tramonto, troviamo il tempo di visitare Roccacasale e Pacentro.
Il viaggio inizia da qui…

 

, ,
Articolo precedente
Leonessa
Articolo successivo
Il volo sulla piana: #2 Pacentro

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu